NEWS

Studio Livraghi Commercialisti Associati

Novità DDL 2017: riapertura voluntary disclosure27/10/2016

La nuova procedura di voluntary disclosure possiederà un impianto normativo molto simile a quello previsto dalla L. 186/2014.
Sarà possibile aderire alla sanatoria entro il prossimo 31.7.2017 ed integrare le dichiarazioni presentate entro il 30.9.2017.
La novità principale della nuova procedura è rappresentata dalla liquidazione spontanea del dovuto, calcolato sulla base del dichiarato e che dovrà essere versato entro la citata data del 30.9.2017.
Gli illeciti fiscali che potranno essere sanati sono quelli commessi entro il 30.9.2015 ed i termini scaduti dall'1.1.2015 si considereranno "congelati" per 3 anni.

Secondo le anticipazioni riportate dalla stampa specializzata, la tassazione forfetaria del 35% sui contanti e valori al portatore emersi non sarà introdotta nella procedura di regolarizzazione definita "voluntary disclosure-bis".
Pertanto, la nuova collaborazione volontaria dovrebbe possedere il medesimo meccanismo di quella "vecchia": l'emersione del contante quindi sarà oggetto di due criticità:
- la dimostrazione della provenienza delle somme;
- la dimostrazione degli anni di possesso dei contanti oggetto di regolarizzazione.
Pare, inoltre, che sarà previsto che il contribuente debba dichiarare sotto la sua responsabilità la provenienza dei beni emersi.

Indietro